TRINACRIA

Corteo No Muos per le vie di Niscemi: verso il campeggio di lotta

Questo pomeriggio si è tenuto a Niscemi il corteo organizzato dal movimento No Muos che ha attraversato le strade del centro della città.
 

Verso il campeggio di lotta

L'escalation bellica in Ucraina ha riportato la guerra, e i dispositivi utilizzati per combatterla, al centro del nostro quotidiano. Il Muos e la sua utilità in questo conflitto ci ricordano come, in Sicilia, si faccia la guerra senza la nostra volontà. Come i presidi militari sul nostro territorio siano strumenti di morte e di devastazione che ci sono stati imposti e di cui siamo costretti a subire gli effetti nocivi e devastanti. Per questo motivo, il movimento No Muos è tornato in piazza oggi, a pochi mesi dall'ultima manifestazione, per lanciare una piazza "contro tutte le guerre". 
 
In centinaia hanno attraversato le strade di Niscemi per ribadire come la Sicilia rifiuta di essere coinvolta in conflitti portati avanti sulla pelle dei popoli per gli interessi economici delle grandi superpotenze. Ma il corteo è stato anche un modo per rilanciare il campeggio di lotta che quest'estate si terrà al presidio No Muos, a pochi passi dalla base, dal 5 al 7 agosto. Un momento di confronto per discutere e approfondire le tematiche legate alla guerra, al Muos, alla difesa dell’ambiente e della salute, ma anche un momento per rilanciare la lotta contro il presidio militare di Niscemi, che culminerà con il corteo del 7 agosto fino ai cancelli della base.

Corteo No Muos per le vie di Niscemi: verso il campeggio di lotta

Questo pomeriggio si è tenuto a Niscemi il corteo organizzato dal movimento No Muos che ha attraversato le strade del centro della città.
 

Verso il campeggio di lotta

L'escalation bellica in Ucraina ha riportato la guerra, e i dispositivi utilizzati per combatterla, al centro del nostro quotidiano. Il Muos e la sua utilità in questo conflitto ci ricordano come, in Sicilia, si faccia la guerra senza la nostra volontà. Come i presidi militari sul nostro territorio siano strumenti di morte e di devastazione che ci sono stati imposti e di cui siamo costretti a subire gli effetti nocivi e devastanti. Per questo motivo, il movimento No Muos è tornato in piazza oggi, a pochi mesi dall'ultima manifestazione, per lanciare una piazza "contro tutte le guerre". 
 
In centinaia hanno attraversato le strade di Niscemi per ribadire come la Sicilia rifiuta di essere coinvolta in conflitti portati avanti sulla pelle dei popoli per gli interessi economici delle grandi superpotenze. Ma il corteo è stato anche un modo per rilanciare il campeggio di lotta che quest'estate si terrà al presidio No Muos, a pochi passi dalla base, dal 5 al 7 agosto. Un momento di confronto per discutere e approfondire le tematiche legate alla guerra, al Muos, alla difesa dell’ambiente e della salute, ma anche un momento per rilanciare la lotta contro il presidio militare di Niscemi, che culminerà con il corteo del 7 agosto fino ai cancelli della base.

Corteo No Muos per le vie di Niscemi: verso il campeggio di lotta

Questo pomeriggio si è tenuto a Niscemi il corteo organizzato dal movimento No Muos che ha attraversato le strade del centro della città.
 

Verso il campeggio di lotta

L'escalation bellica in Ucraina ha riportato la guerra, e i dispositivi utilizzati per combatterla, al centro del nostro quotidiano. Il Muos e la sua utilità in questo conflitto ci ricordano come, in Sicilia, si faccia la guerra senza la nostra volontà. Come i presidi militari sul nostro territorio siano strumenti di morte e di devastazione che ci sono stati imposti e di cui siamo costretti a subire gli effetti nocivi e devastanti. Per questo motivo, il movimento No Muos è tornato in piazza oggi, a pochi mesi dall'ultima manifestazione, per lanciare una piazza "contro tutte le guerre". 
 
In centinaia hanno attraversato le strade di Niscemi per ribadire come la Sicilia rifiuta di essere coinvolta in conflitti portati avanti sulla pelle dei popoli per gli interessi economici delle grandi superpotenze. Ma il corteo è stato anche un modo per rilanciare il campeggio di lotta che quest'estate si terrà al presidio No Muos, a pochi passi dalla base, dal 5 al 7 agosto. Un momento di confronto per discutere e approfondire le tematiche legate alla guerra, al Muos, alla difesa dell’ambiente e della salute, ma anche un momento per rilanciare la lotta contro il presidio militare di Niscemi, che culminerà con il corteo del 7 agosto fino ai cancelli della base.